"FONDAZIONE E. MUNER DE GIUDICI"

Azienda Pubblica per i Servizi alla Persona

Ricerca rapida


< vai al contenuto centrale




Il tuo percorso: Ti trovi qui: "FONDAZIONE E. MUNER DE GIUDICI"

Pranzo di Natale 2016

 

Coma da tradizione, anche quest'anno in occasione del Santo Natale, è stata organizzata una giornata in cui gli Ospiti della nostra Struttura possano avere l'occasione di pranzare con i propri cari.

Il pranzo di Natale si terrà DOMENICA 11 DICEMBRE 2016 ALLE ORE 12,30 ed è necessaria la PRENOTAZIONE.

 

Ricordiamo che il pranzo è aperto ai soli parenti, amici o congiunti degli Ospiti e la quota a persona è di € 4,37.

AVVISI

11.11.2016

AVVISO PER L'AFFIDAMENTO DI UN INCARICO DI REVISORE DEI CONTI PER IL PERIODO 2017-2021

Gli interessati a ricoprire la carica di Revisore dei Conti dell’ASP “Fondazione E. Muner De...


Cat: News
02.11.2016

Permessi per diritto allo studio anno 2017

Si informa il personale dipendente che nella sezione "Per il personale" è stato...


Cat: News
Archivio ->

BANDO BOLLINI ROSA ARGENTO 2017-2018. CASA DI RIPOSO A MISURA DI DONNA

MILANO 9 NOVEMBRE 2016: PREMIATA L'A.S.P. "FONDAZIONE EMILIA MUNER DE GIUDICI"

 

Prima edizione del Bando biennale 2017-2018 promosso da Onda, Osservatorio nazionale sulla salute della donna, patrocinato dalle principali Società scientifiche e associazioni italiane.

Riconoscimento assegnato alle strutture attente al benessere in particolare della donna anziana e alla tutela della sua dignità. Da gennaio 2017 su www.bollinirosargento.it le schede delle strutture premiate con relativi servizi e giudizi da parte dell’utenza

In Friuli-Venezia Giulia sono circa 180 mila le donne over 65, 3 su 4 hanno almeno una malattia cronica, meno del 40% è in buona salute e oltre 7 mila risiedono in una Casa di Riposo,  secondo Istat.

Pradamano, 9 novembre 2016–L ‘ Azienda pubblica di servizi alla persona “Fondazione Emilia Muner De Giudici” di Pradamano (Ud)  è stata premiata  da Onda, Osservatorio nazionale sulla salute della donna, nell’ambito della prima edizione dei Bollini RosaArgento:  riconoscimento  attribuito alle strutture attente alla salute, al benessere e alla dignità delle persone ricoverate, in particolare della donna. A Milano, presso la sala Pirelli della Regione Lombardia, l’ ASP “Fondazione Emilia Muner De Giudici” ha ottenuto  2 Bollini RosaArgento sulla base di una scala da uno a tre.

Uno degli obiettivi dei Bollini RosaArgento è quello di fornire alle famiglie uno strumento di orientamento, una sorta di “tripadvisor sociale”, per scegliere il luogo di ricovero più adatto per i propri cari non autosufficienti. I servizi delle strutture premiate, assieme ai giudizi espressi dall’utenza, saranno infatti consultabili sul sito www.bollinirosargento.it tramite un motore di ricerca dedicato, a partire da gennaio 2017.

Sono 99 le Strutture Sanitarie Assistenziali , distribuite sul territorio nazionale,  premiate da Onda. Tutte le strutture sono in possesso dei requisiti, identificati da una Commissione multidisciplinare di esperti, considerati importanti per garantire la migliore accoglienza degli ospiti che includono non solo caratteristiche socio-sanitarie, come appropriatezza dell’assistenza clinica, caratteristiche strutturali e servizi offerti, ma anche attenzione all’aspetto umano, elemento questo giudicato essenziale per ottenere il riconoscimento. Sulla base di questi criteri è stato attribuito il massimo riconoscimento (tre bollini) a 12  Case di Riposo, 83 hanno ricevuto 2 bollini e 4 strutture hanno ottenuto 1 bollino.

La fotografia offerta da Istat sulla popolazione anziana nel nostro paese fa capire quanto questo progetto possa essere utile sia per le persone ricoverate sia per le loro famiglie. In Italia sono oltre 13 milioni gli over 65 -7,5 milioni sono donne - e si stima saranno oltre 20 milioni fra 50 anni. In Friuli-Venezia Giulia le donne over 65 sono circa 180 mila, 3 su 4 hanno almeno una malattia cronica, meno del 40% è in buona salute e oltre 7 mila risiedono in una struttura, la maggior parte in condizioni di non autosufficienza.

L’invecchiamento della popolazione trascina dietro a sé una serie di conseguenze in termini di fragilità della persona, malattia e disabilità, che, uniti al fenomeno di mutamento del tessuto familiare in atto, rendono più complessa la gestione della persona non autosufficiente. Per questo Onda sulla base dell’esperienza positiva dei Bollini Rosa, rivolti alle strutture sanitarie,  ha deciso di rivolgere la propria attenzione a questo mondo.

“La femminilizzazione del settore sanitario-assistenziale” afferma Francesca Merzagora, Presidente di Onda “risulta sempre più evidente poiché la donna assume un ruolo attivo nella cura e nell’assistenza degli ospiti in qualità di personale sanitario, di case manager e a livello gestionale, nella direzione della struttura stessa. Onda ha realizzato l’iniziativa ‘Bollini RosaArgento’, con l’obiettivo di creare un Network di strutture attente al benessere,  in particolare della donna anziana e alla tutela della sua dignità, dando un riconoscimento alle strutture in possesso di requisiti, identificati da una Commissione multidisciplinare di esperti, indispensabili per garantire una gestione personalizzata, efficace e sicura degli ospiti. Le strutture premiate saranno coinvolte in iniziative rivolte sia agli ospiti sia alle loro famiglie come ad esempio giornate dedicate alla prevenzione di particolari problematiche e malattie correlate all’invecchiamento con focus sulle donne, open day e visite guidate della struttura”.

“Il conferimento dei Bollini RosaArgento (nella gradazione da 1 a 3) ha un valore di orientamento qualitativo non solo nella scelta della Casa di Riposo,  ma anche per il monitoraggio del servizio socio-sanitario ed assistenziale per le donne anziane ospiti di tali strutture” sostiene Giorgio Fiorentini, Presidente della Commissione Bollini RosaArgento. “Da 'cure' a 'care', dall’assistenza al 'farsi carico’. L’iniziativa Bollini RosaArgento non attiene al 'make up' delle strutture , ma esprime il valore  dei servizi offerti in termini di livello delle caratteristiche funzionali della struttura, i requisiti essenziali attestati dalle certificazioni e dalle azioni di gestione poste in essere, il livello di appropriatezza dell’organizzazione dell’assistenza clinica e dell’importante orientamento all’umanizzazione dell’assistenza. È un modo nuovo per orientarsi, tramite un 'rating' olistico (valore socio-sanitario e umanizzazione), alla fruizione di servizi che possano soddisfare le famiglie e le ospiti ”.

L’iniziativa Bollini RosaArgento ha il patrocinio di: AIP - Associazione Italiana Psicogeriatria, Senior Italia Federanziani, SICGe - Società Italiana di Cardiologia Geriatrica, SID - Società Italiana di Diabetologia, SIGG - Società Italiana di Gerontologia e Geriatria, SIGITE - Società Italiana Ginecologia Terza Età, SIGOT - Società Italiana Geriatria Ospedale e Territorio, SINeG - Società Italiana di Neurogeriatria, SIP - Società Italiana di Psichiatria, SIR - Società Italiana Reumatologia.

"Sente-mente Laboratori 2016" a cura della dott.ssa Letizia Espanoli

 http://www.letiziaespanoli.com/sente-mente/