"FONDAZIONE E. MUNER DE GIUDICI"

Azienda Pubblica per i Servizi alla Persona

Ricerca rapida


< vai al contenuto centrale




Il tuo percorso: Ti trovi qui: "FONDAZIONE E. MUNER DE GIUDICI" > I SERVIZI > La Qualità

A  quasi sette anni di distanza dalla sua nascita, l’Azienda Pubblica di Servizi alla persona “Fondazione Emilia Muner De Giudici” ha deciso di affrontare la complessità del fattore “Qualità” dei servizi erogati, ma soprattutto della “qualità percepita” da parte degli ospiti che fruiscono dei servizi che la struttura eroga.

La domanda di qualità nei servizi sociali e sanitari nasce innanzitutto come esigenza di considerare l’esercizio delle responsabilità, che dovrebbero garantire livelli adeguati di prestazioni e di interventi e  nasce inoltre come esigenza di maggiore tutela delle persone, con particolare riferimento ai loro bisogni e ai loro diritti fondamentali.

Le linee guida che ispirano l'ASP nel pensare alla Qualità nella struttura sono le seguenti:

à     La qualità è ciò che gli ospiti percepiscono;

à    La qualità non può essere separata dai processi lavorativi di produzione dei servizi che organizziamo e mettiamo in atto;

à     La qualità viene prodotta soprattutto nei momenti di incontro, di interazione con gli ospiti;

à     La qualità deve essere controllata dall’organizzazione in tutte le sue parti;

à     La promozione dell’immagine della struttura deve essere integrata con la gestione della qualità;

à   L’attenzione alla qualità richiede anzitutto un profondo ripensamento dell’esercizio delle professionalità e dei ruoli operativi ai diversi livelli.

 

Da quanto enunciato sopra, ne deriva che la questione Qualità rende perciò necessari:

1.   una maggiore capacità di incontro fra soggetti istituzionali e sociali, professionali e comunitari;

2.    l’incremento delle forme di valutazione partecipata;

3.    un progressivo incremento delle  capacità tecniche e metodologiche delle professioni socio-sanitarie di fare valutazione dei risultati, insieme con le persone destinatarie del loro lavoro, nella prospettiva di migliorare i loro interventi e di umanizzare il più generale quadro dei servizi rivolti alla persona.

 

L’ASP “Fondazione Emilia Muner De Giudici” vuole operare nella convinzione  che l’impegno di autovalutazione rappresenta una condizione fondamentale per stabilire un rapporto organico e produttivo fra investimenti e risultati, in quanto favorisce visibilità ai problemi, alimenta processi partecipativi, facilita l’esercizio della responsabilità.

L’obiettivo cui puntare dovrebbe essere:  incontrare o superare le aspettative dell’ospite.

Per tendere a questo risultato è necessario tener presente questi  tre principi:

1-per implementare la qualità è necessario focalizzarsi sull’ospite;

2- è necessario pensare in termini di miglioramento continuo;

3- è necessario lavorare in team.

 

Partendo da questi principi e desiderando “andare oltre” la logica  della qualità  impostata sulle Certificazioni di Qualità ISO  9000, il Consiglio di Amministrazione con delibera n. 23 del 30 agosto 2010,  ha deciso, come altre ASP del Friuli Venezia Giulia,  di aderire al  progetto “Q & B Marchio di Qualità e Benessere degli anziani”, progetto da anni attivato nelle residenze per Anziani della Provincia di Trento.

www.marchioqeb.it